Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog

Es war einmal Tomaten und Basilikum.

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Es war einmal Tomaten und Basilikum.

Geschichte über Tomaten und Basilikum.


Kurz Mitteilung:


Erfolg erreichen die Tomaten mit ihre transplatation in Italien, in das territorium des "Vulkan Region-Kampanien" sie nahmen dort ein form entwicklung wie ein glühbirne ,und wurde von Experten klassifiziert als Tomatensorten-SAN MARZANO",diese Tomaten Typologie "enthält Vitaminen der Gruppe "C" und gruppe "A" / und Lycopin ist einein Fixiermittel für Vitamine* ins besonderes für Vitamine des gruppe B. * besitz natür Antioxidantien mittel und das allein machten aus sie fast eine Heilpflanze.


Curiosity:-


Laut einer Studie zum Thema Internationalen " Fachzeitschrift Neurology" veröffentlicht,

Lycopin: -

Diese Substanz ist in großen Mengen nicht nur in Tomaten zu finden, sondern auch in den Paprika und Wassermelonen - und kann,das Risiko Entwicklung eines Schlaganfalls halbieren: . Die Studie, die 12 Jahre dauerte wurde von einer Gruppe von finnischen Forschern an der Universität von Ostfinnland in Kuopio. danach bestimmt die Forscher, dass eine Ernährung, die reich an Lycopin ist,reduzierte das Risiko von Schlaganfällen, bis 55% .


Fabel :

Die Geschichte von zwei Liebenden:-
Der König Basilikum und die Prinzessin Tomaten:

Das erste viele ältere,und von Adelieger Familie.
er machte mit seiner farbe und ihrem Aroma die tisch schöner. Von Persichem ursprung wurde in Italien von *Griech* mit gebracht,

in dem x jahrehundert v.Chr.


Etymologie:

Das wort stammen aus dem Latainisches sprache *Basileus*bedeutet König.Na..ja..für lange... lange Zeit der König suchte seine
Geliebte, aber er findet Sie nicht. -


Selbstverständlich sein schatz hat damals noch in Amerika gelebte, er musste warten bis jemanden
sich entscheidet das neue Welt zu entdecken. -


Er wartet c.a. 1500 jahren,aber sobald die schöne Amerikanerinne in Italien ankommen

*1942 n.chr.Zeit*, von "Colombus" ihre entdecken, mitgebracht .

zwischen die beiden war Liebe auf den ersten Blick
der König Basileus und die Prinzessin "Solanaceae-Tubiflore"(Tomate), -

trotz der Altersunterschied es war für die beiden sofort liebe.

Und ...sind Heute noch verliebte, obwohl einige Klatschbasen erzählen dass:

es nicht alles Gold ist, was herum glänzt .

Curiosity:-

Psssst...können Sie eine geheim halten !!-

Z .b. Ihre Cousine "Solanum tuberosum" ist den wissenschaftlichen Namen der Königin Kartoffel", seine Schloss ist in der Nähe der Burg des Königs Basileus, und als nachbarin Sie sagte,das in der letzten Zeit, zwieschen dem paar starke kontrast da war

Z.b. -*Farbe kontrast* und *Geschmack*.-


Aber das sind nur Geschwätz,

die Wahrheit ist dass :


Die beiden verliebten sich sofort,auf den ersten Blick und heireten in Neapel in die Kathedrale .-

"One marriage with many noblemen* guests,like a fairy tale."


( mit vielen Gästen*) , und als Hockzeitbett*(Ehebett*) mhhh!!!-

Eine Delikatesse...
das war eine Pizza!!! Eine "MEGA-PIZZA" und....


Ten years later:-


Sie setzen viele Kinder in der Welt, zB:-Königin-Caprese",sein Bruder der

" Marquis-Ragôut", der " Prinz - Bolognese",seine viel Schwester, die "Gräfin Aubergine"in Parmesan Art , Baronesse Lasagna, und viele anderes kind.

"One day we will talk about " .....Ciao.



Rezept :
*Caprese*
4groß.tomaten,400gr mozzarella,1knoblauch Zh.,salz,pfeffer,basilikum blatt,oliven oel,ein klein schusse balsamico.

CAPUNATA .

Rezept / und Zutaten:

Fresella” con pomodori, olive, cipolle, capperi, acciuga, origano, olio e sale arricchita con tonno, mozzarella oppure con il polipo.

Geschichte in einem Teller :

Die Fresella anfänglich war ein altbackenes Brot , also Überreste der vorherigen Woche, wurde vorher mit Wasser angefeuchtet , danach (Früher Zeit), mit Tomaten, Sardellen, Kapern,Oliven Oel, Knoblauch,Oregano und frischem Basilikum. In der heutigen Zeit wird noch hinzugefügt : Mozzarella , Thunfisch,Oliven und in einigen Fällen wird mit Oktopus bedeckt . Das Brot bitte in einem flach Teller legen und mit die eben genannten Kräutern und Gewürzen, aromatisieren.

guten appetit.


cHEF: antonio caiazzo

Chemisch betrachtet :

Die Farben in Gemüse und Obst entstehen hauptsächlich durch Carotinoide. Zu ihnen gehören ß-Carotin, Lutein, Zeaxanthin und Lycopin, wobei letzteres für die rote Farbe in roten Tomaten und anderen Früchten, in denen es vorkommt, sorgt. Seine Farbe entsteht durch seine vielen konjugierten Kohlenstoff-Kohlenstoff-Doppelbindungen: jede Doppelbindung verringert die Energie, die die Elektronen für den Übergang in einen höhreren Energiezustand benötigen, und ermöglicht dem Molekül, sichtbares Licht mit zunehmend längeren Wellenlängen zu absorbieren. Lycopin absorbiert den größten Teil des sichtbaren Spektrums und erscheint demzufolge rot.

Die botanische Bezeichnung (für Tomate) ist Solanum lycopersicum”.

Lycopin ist ein azyklisches Isomer des ß -Carotins. Es enthält 40 Kohlenstoff-Atome und ist ein offenkettiges Polyisoprenoid mit 11 konjugierten Doppelbindungen und folgender Molekülformel: C40H56. Die Strukturformel ist unten abgebildet.

gli amici di stuzzicando prossimamente esame
gli amici di stuzzicando prossimamente esame

gli amici di stuzzicando prossimamente esame

Leggi i commenti

Vivats la France / "Hommage à la France"

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Vivats la France / "Hommage à la France"

Rane alla Mugnaia :
2 variazioni Mugnaia e Provenzale


Sitrovano un infinitá di ricette ma le vere Rane alla Provenzale, oppure la variante alla Mugnaia, sono due ricette che infine hanno la stessa base e lo stesso modo di esecuzione.Tranne la rifinitura, infatti queste due classiche ricette della cucina francese, appartengono a quella cucina un tempo detta povera, in quanto portare della carne in tavola era un lusso per poche persone, quindi le famiglie contadine della Provenza,apportavano il loro fabbisogno in proteine nobili, propio dai cosciotti di questi magnifici esemplari, unica parte commestibile del prodotto, che negli anni si é trasformato da piatto povero, a ricercatissima specialitá per palati fini, e un tipo di piatto che viene eseguito nelle cucine dei ristoranti piú blasonati.


Si trovano un infinitá di ricette, ma io che sono un amante della buona tavola,vi voglio dare due versioni che secondo me sono le piú gustose e forse anche le originali,o comunque quelle che si avvicinano di piú alla preparazione di un tempo.


Cosce di rana. Per 2 persone.
Base: mugnaia
- 24 cosce di rana
- burro chiarificato
- sale
- farina
Per il burro chiarificato penso che riuscite a trovarlo in commercio facilmente,trattasi di un normale burro a cui vengono tolte le proteine,questa operazione permette al burro di raggiungere una temp.piú alta circa 200°C senza bruciare,mentre un normale burro brucia intorno ai 140°C, nel caso vi risulti difficile da comprare,potete anche divertirvi voi ad estrarre le Proteine dal nostro burro che nel nostro caso per la stragrande maggioranza sono le caseine.In questo Blog c´é un articolo"Burro chiarificato" vi spiega come fare.
Per la guarnizione del piatto userete delle verdure tagliate alla Julienne,dello spessore e della lunghezza del vostro dito indice.


Per La Guarnizione:
- 2 patate
- 1 carota
- qualche fagiolino.


Per La Variante: Alla Provenzale
Aggiungete in piú
- aglio
- prezzemolo riccio.


La base si è capita é la stessa " Mugnaia / o Provenzale."


Tenere le cosce di rana sul ghiaccio fino alla cottura
- Cuocere le cosce di rana con burro chiarificato in padella
sale q.b.
- Aggiungere poca acqua


- Far sciogliere del burro normale in un'altra padella per la salsa mugnaia
si versa poi sulle coscette
- Se si vuole si può aggiungere qualche crostino pane da toast con un po di burro per accompagnare il piatto
- In un'altra padella saltare le verdure precedentemente sbianchite con un - -po' di burro e sale q.b. le verdure serviranno per accompagnare il piatto.


Variante alla Provenzale. "la stessa base"
Alla fine aggiungere una salsa fatta con dell'aglio e del prezzemolo riccio tritato cotti nel burro,che si versano sulle coscette,servite ben calde ogni porzione sará composta da sei paia di coscette quind 12 singole. é una carne molto saporita ed é piú salutare da un punto di vista Nutrizionale.

Merci et

bon appétit !!! -

De mon côté, au revoir

le chef / a.caiazzo

paese. caiazzo

Leggi i commenti

Brezel e Baguet Francese

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Brezel e Baguet Francese

Ricetta Brezel,

Farina 00 500g.

sale 3 cucchiaini

40 g.di lievito

0,75 cl.di acqua gassata

1 cucchiaio di maltosio

---------------------------------------------

Dopo aver fatto le forme delle Brezel mettete l´acqua sul fuoco portate al bollore con un cucchiaio di bicarbonato,mettete le Brezel per pochi secondi in acqua rigirandoli una volta sola, togliete dall´acqua spennellate con un pó di sciroppo di maltosio sciolto nell´acqua un cucchiaino in tre dita di acqua,cospargete con l´apposita granella di sale ed infornate a 220 °C il tempo che prendano il tipico colore dorato.

Seguirá la ricetta del pane francese.

Daniela penzav"a te quann"e"faciette". Le Brezel.

Daniela penzav"a te quann"e"faciette". Le Brezel.

Leggi i commenti

Diäthinweis für Gicht - Patienten, Achtung!!! Es geht um Purine

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Diäthinweis für Gicht - Patienten, Achtung!!! Es geht um Purine Hallo..haben Sie willeicht eine halbe Stunde Zeit für mich, dann kommen sie mit mir, ich bringe euch in die Welt des Körpers und gerade dort werden wir eine Besichtigung Tour start, um besser zu verstehen wie dieser Mechanismus funktioniert. Gicht und Ernhährung: Was sind Harnsäure und Purine?- Die Harnsäure ist eine Substanz die aus Purine gebildet wird. Was Sie wissen müssen:

Purine sind chemiche Verbindugen, die für den Aufbau der Zellen lebenswichtig sind.

Sie entstehen im Körper selbst,werden haber zum größten Teil mit der Nahrung aufgenommen.

Was kann passieren wenn sich einen Überschuß von Purinen im Blut bilden? Easy to understand!!!

Sind mehr Purine vorhande als der Körper braucht, so werden sie abgebaut und als Harnsäure über die Niere ausgeschieden.

Ich weiß, was euch denken in Ihrer(m) Kopf ?-

Sie denken wenn es so ist dann.... garçon se il vous plaît ,eine Bier geht noch !!!! Aber leider

es ist nicht so, Natürlich wäre es schön, wenn es so gewesen wurde.

Aber beim Gichtkranken ist dieser Mechanismus gestört. Also di Nieren können ihre Aufgabe nicht erfüllen, das Blut von der überflüssigen Harnsäure zu reinigen. Darum ist für die Betroffenen zweierlei wichtig: er muß eine purinarme Kost wählen und viel Flüssigkeit zu sich nehmen. viele Flüssigkeit.... na Toll !!! Aber hallo...ich weis was sie denke!!

( Aufmerksamkeit-kein Alkohol: Weil da er die Harnsäureausscheidung hemmt ! )

Langsam wie mein gute Freund Ritter Karl sagt , das Bier die wir sehr gerne trinken in diesem Fall gehören nicht auf Flüssigkeiten. Damit alle Schlakenstoffe richtig ausgespült werden wir brauchen Wasser als Flüssigkeiten, das ist erlaubt.

Alkohol ist in die Diäthinweis für Gicht Patienten Verboten.

Diäthinweis ist leicht erklärt:

Das erste Ziel einer Therapie durch Diät ist es, das Normalgewicht zu erreichen:- die Zauberformel ist : K -100=(Z.b: bei einer Körpergröße von 180 cm.ist das Normalgewicht 180-100= 80 Kg.) Wie mache ich ....mein Gott !!! dass ist sehr schwierig.

Das ist wahr, es ist sehr schwierig zu machen aber es ist sehr leicht zu sagen.

Achtung!!!-

Es ist Kurz Gesagt:-

Unser Körper braucht Energie, die him mit der Nahrung zugeführt wird.

Aber "Antonio bitte!!!- Es ist, was ich täglich seit zwanzig Jahren tun,für meine Körper.

Glauben Sie mir Antonio,Z.b. er will Rippen was mach ich dann..... ich esse Rippen,Spießbraten,ich trinken Bier,Wein,ich geben ihm alles was er will, ich schwöre Sie"Antonio"Z.b.wenn er;( Meiner Körper ) eine Schnaps will,muss nicht zweimal fragen ich gab him sofort, können Sie mir bitte sagen, warum er verhält sich so schlecht mit mir.(Er bringt mir alles zu Hause: Diabetes, Gicht, Gelenkschmerzen).Was mache ich nur falsch Antonio?-

Vielleicht er ißt und trinken zu viel ?

Ehm !!! - War nur eine dumme Frage.

Aber wenn so ist, dann ist es Zeit das ganz zu ändern,

Mal sehen, wie !!!-

Erste Punkt:

Die Nahrung die wir him täglich zufuhr wird.

  1. Gemessen wird Sie in Kilojoule ( kJ. ) oder Kilokalorien.(kcal.)

Die wichtigsten Bestandteile unserer Nahrung sind Eiweiß , Fett , Kohlenhydrate sowie Vitamine,Spurenelemente und Wasser.Was wir wissen müssen ist, es gibt keine Lebensmittel, das alles enthält, was der Körper braucht. Darum muß unsere Ernährung eine ausgewogene Mischkost sein. Das Verhältnis der einzelnen Bausteine muß stimmen. Empfehlenswert ist: 15-20% Eiweiß,25-35% Fett, 50-60% Kohlenhydrate.

Zweite Punkte:

2.Bei Fett ist auf mehrfach ungesättigte Fettsäuren zu achten. Na... ja mein liebe Freunde, sie sind lebensnotwending.Besonderes wichtig ist die Linolsäure,die in allen guten Pflanznölen enthalten ist.

Das Diät geschieht durch purinarme oder streng purinearme Kost. Das Ziel dabei ist es,durch die Nahrung nur so viel Purine aufzunehmen daß nicht mehr als 300 mg bzw.125 mg Harnsäure pro Tag entstehen.

Dafür ist es notwending,den Puringehalt (angegeben in mg Harnsäure)

Um dies zu tun, müssen Sie jedes einzelnen Lebensmittel kennen.

Darüber Erstellen wir eine abgebildeten Tabelle Auskunft.

Angegeben wird zusätzlisch der Nahrwertgehalt in Kilokalorien (kcal). Die Werte für Kaloriengehalt sowie Harnsäuregehalt (HS) beziehen sich auf jeweils 100 g des angegebenen Nahrungsmittels, alle Angaben ca.- Werte und sollen ihnen helfen,eine harnsäurearme Diät zusammenzustellen.

ZUSAMMENFASSUNG:

In der Regel müssen Sie wissen, daß Milch und Milchprodukte, die meistem Obst-und Gemüsesorten*, (*nicht alle) alle Pflanzlich Öle und Fette sowie die meistem Alkoholefreie Getränke nur eine sehr geringen Harnsäueregehalt aufweisen.

(Sie soll meiden Leguminosenpflanzen im Allgemeinen weil die

haben eine hohen Purinegehaltes. Z.b. Bohnen, Linsen, Kichererbsen)

"Ps.-

Die Prioritäten.

Glücklicherweise haben wir gutes Ärzte in Deutschland, aus diesem Grund fragen Sie es immer Ihren Arzt vor !!!

Ich wiederhole.

Achtung!!!- "Dieser Blog" ist nicht zugelassen, um Krankheiten zu heilen,bitte beachten Sie!!!-

Für Krankheiten gibt es Ärzte,also dann immer die Ärzte fragen. ) Danke für die verständnisse.

So weiter

Innereien, einige Fisch so wie einige Fischarten, Hülsenfrüchten*(Leguminosepflanz*),sollte man aufgrund des hohen Puringehaltes meiden.

Demnächst wird die Lebensmittel Tabellen folgen.

Ciao!!-

 Napoli-DOLCE E SALATO.Foto dei miei maestri con i loro prodotti.
 Napoli-DOLCE E SALATO.Foto dei miei maestri con i loro prodotti.
 Napoli-DOLCE E SALATO.Foto dei miei maestri con i loro prodotti.

Napoli-DOLCE E SALATO.Foto dei miei maestri con i loro prodotti.

Leggi i commenti

Ricordatevi di me.Poldo Pub

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Ricordatevi di me.Poldo Pub

Poldo Pub.I Mitici panini ad olio-

Farina 00 g250

Farina Americana g.250

Acqua minerale gassata 0,75 cl.

lievito un cubetto 40g.

un pezzetto di burro 80 g.

sale q.b.

maltosio un cucchiaio.

ogni pagnotta non deve superare i 230 g.di peso.

Prima di metterli in forno provvedete a spennellare la superfice con un pó

d´acqua,operazione che ripeterete due volte durante la cottura e una volta a fine cottura.

Il burro va inserito nell´impasto come quando eseguite la pasta sfoglia.Piegate l´impasto su se stesso fino ad ottenere un fazzoletto rettangolare,che lascerete riposare in frigo circa mezz´ora.Trascorsa la mezz´ora stendete l´impasto su di una spianatoia precedentemente spolverizzata con un pó di farina, stendete la pasta con le mani dellla misura di 1 cm e fate dei triangoli come se vorreste fare dei cornetti, che alla fine arrotolerete allo stesso modo e schiaccerete con il palmo di una mano dando la tipica forma del panino ad olio.

Li fate lievitare coperti io ho usato unaplastica trasparente per alimenti e due cannavacci adatti per l´operazione.

in forno per i primi 10 a 240°C per poi abbassare il forno ad una temp di 170°C per i restanti 20min. Parliamo di forno elettrico statico.

Ricordatevi di me.Poldo Pub
Ricordatevi di me.Poldo Pub
Ricordatevi di me.Poldo Pub
Ricordatevi di me.Poldo Pub
Ricordatevi di me.Poldo Pub
Ricordatevi di me.Poldo Pub

Leggi i commenti

Il Piemonte nel cuore Rice Truffles,or Pasta Fettuccine.

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Il Piemonte nel cuore Rice Truffles,or Pasta Fettuccine.

Rice Truffles,or Pasta Fettuccine.
----------------------------------------
I love truffles and I love linguini pasta,or risotto with truffles,
the combination of the two risotto and black truffels from Piedmonte.

Piedmont is in Italy's northwest and borders Switzerland and France.
True to the meaning of its name (foot of the mountain), Piedmont is a land of mountains. It is surrounded on three sides by the Alps, with the highest peaks and largest glaciers in Italy.


Monviso, the Piedmont side of Monte Rosa and the other spectacular mountains in the region, create incredibly beautiful landscapes, and ski resorts abound: Via Lattea and Sestriere welcome winter sports enthusiasts with their state-of-the-art facilities.For
Wine and good food,its´Piedmont one of the best destination if you love truffles and many good wine like "Asti,Barbera,Barbaresco,Barolo and many more.Dried black truffels with arborio rice and porcini mushrooms but is not the same thing if you Prepare Pasta.
Preparing:- Rice or Pasta
such a risotto, less is more. I only used olive oil, white wine, vegetable stock, and freshly grated Parmesan cheese.


Number one these Recipe its´ Valid only for risotto:
Recipe:
Separately prepare a vegetable stock with 100cl water, an onion, celery, carrot,a handful porcini mushrooms one cubes of vegetable stock.(you can use the same vegetable broth, when you prepare the pasta recipe.)when the broth is ready,
apart prepare
a whole onion barded with a cloves,put the rice in a pan with the onion heated the rice gently in olive oil,after you added a glass of dry Asti white wine. With a ladle pour the broth into the rice,and same time
with a wooden spoon, turn the rice.The rice had absorbed all the 100cl liquid turning soft,but stil a little aldente. When all them 100cl.stock
is absorbed the rice is ready, you add in parmesan cheese and put the rice in a dish and garnish with Piedmonte black truffle flakes.


If you prepare the pasta,Melt the butter(40°C degrees) in a large frying pan; put the pasta and parmesan in the Melt butter and add two or three ladle vegetable stock.Blast the pasta in the pan for two minutes,put the pasta in a dish and garnished the pasta with black truffle flakes.


Bon Appetite!!!-

cHEF/a.caiazzo

Leggi i commenti

Pizza pane e Ketciup

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Pizza pane e Ketciup

Seguirá la ricetta della salsa rosa,

e della maionese,

Per i nostalgici del Poldo-Pub.

La ricetta dei Panini ci vorrá un pó di tempo ma vi daró quella originale la rosetta personalizzata Poldo-Pub e quella dei panini ad olio sempre personalizzata appositamente per il mitico "Pub" quello che a distanza di trent´anni ancora vi manca!!!-

Ciao............a"fatich" chiamm"!!!-

vecchi lavori....vecchi amori.

Pizza pane e Ketciup

Leggi i commenti

La favola del Sorbettiere diventato Gelataio.

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

 

Bambini del 3000

Ció accadeva tanti anni fa,

cera una volta a Cimitile,un paesino di poche anime dell´entroterra campano un sorbettiere che diventó "Gelataio"-

egli si aggirava per le strade,del piccolo paesino nelle ore di calura.Suonando una specie di trompettina colorata....gridando...

 

Ojiccann""Michele"...Michele in carne "ossa!!!-


SORBETTIERE:-


Questo venditore ambulante specialista in sorbetti, di sesso maschile, arrivava puntualmente con la sua bicicletta di solito verso le tre durante la calura estiva, con un secchio da pozzo per lavare bicchieri,e un parabicchieri a scompartimenti, questo per le granite,un recipiente di legno con la neve per raffreddare la pasta aromatizzata contenuta nella subbrettera:(una macchina tutta manuale per confezionare gelati che somigliavano di piú al sorbetto,

e chi come Michele era piú ingegnioso aveva tre pozzetti una sorta di cilindro di stagno con il coperchio argenteo.-

 

Eh no!!!-Per piacere Pier-Silvio...mo" me"fa"parlá...lo so tuo nonno anche luí é un imprenditore di successo con fabbriche....televisioni...Michele no!!!-Michele no!!!-

Michele é un altra specie di imprenditore...uno col cuore,e"ddinto"o"gialat"metteva veramente "e "llimone "e Surriento.

uno povero?-

Vicié porta a ffá na"camminat"o"criaturo!!-

no!!-Io voglio ascoltare la favoletta!!-

Allor"ta"sta"zitt" !!!-

 

Michele vendeva granite profumatissime al limone,-

sorbetto alla fragola...e sorbetto al limone,questo agli inizi.-

 

Il grido di riconoscimento lo porto ancora stampato nella mente,

bambini miei del 3000,

cosa ne volete sapere voi che siete come Pier Silvio"tutti figli di "WhatsApp",

figli di una....Tecnologia avanzata,

il suono che emetteva Michele era una soffiata,

una trompettina che aveva un suono come un armonica,

 

Seguito da un grido "ojccanno"Michele..Michele..in carne "e ossaaaa!!!-

 

Michele offriva dei prodotti preparati ad arte,quella bici bianca adornata con i limoni di Sorrento,la conservo nei miei occhi,con la stessa devozione con cui porto nel cuore la mia terra.-


Michele era un sorbettiere moderno per l´epoca, perché seguiva l´evolversi dei tempi,appena uscirono i recipienti monouso,tipo secchietti fatti con l´impasto dei coni a forma di bicchierini,subito si attrezzó sostituendo i bicchieri in vetro poco comodi per il tipo di commercio, appunto con questa sorta di contenitore moderno,la sua bici brillava per pulizia.


Il sorbetto, da lui vieniva offerto con la punta ritta, come un cono rovesciato:poi inizio ad elaborare la montagnella quando gli veniva richiesto versandoci sopra al culmine e sui fianchi della gelida montagnella,lo sciroppo all´amarena,idea forse rubata ai maestri sorbettieri più creativi di "Napoli", che aggiungevano lo sciroppo in questione, specie quando si trovano a prepararlo per gli stranieri,in visita per la cittá.

Le striature di sciroppo rosso rappresentavano il Vesuvio in eruzione.-

 

Michele fu il primo sorbettiere nell´interland nolano,a portare sia il sorbetto che la granita,e fu il primo ad importare dal capoluogo campano l´uso degli sciroppi,orzata,menta ed amarena,e non solo pian pianino inizió a portare anche il gelato,a cioccolato,quindi fragola,limone,e cioccolato, coni di varia misura messi in una cassettina di legno dietro la bici,il gusto del cioccolato,sostituí la granita,e cosí da sorbettiere diventó gelataio,la sua fama si propagó anche nei paesini vicini e ben presto fu il gelatiere ambulante piú conosciuto nell´interland poí un bel giorno non so come la favola finí e

Michele "o "gelataio...che era solito indossare un farsetto, un grembiule pulito (bianco) ed un cappello di paglia per ripararsi dal sole e che da sorbettiere diventó Michele "o gelataio!!!- Come era venuto ..cosí sparí..in punta di piedi..non si seppe piú nulla di lui,

e questo rattristó non poco i bambini del piccolo paese,di tutti i suoi attrezzi io
ricordo con nostalgia la cassettina bianca che si apriva con uno sportellino dal lato superiore.

Forse é andato via perché ha fatto tanti soldini...come mio nonno.

Non lo so caro Silviuccio,ma temo che il motivo fu piú grave.

Perché dici cosí?-

Vedi Silviuccio non tutti hanno la fortuna del tuo nonnino!!!-

Ma se il nostro gelataio ci ha lasciati perché ha fatto fortuna mi farebbe tanto piacere.

Facciamo una cosa bambini mandiamogli un bacio.

 

Ricetta del gelato al limone:

Per prima cosa prepariamo una sorbettiera in casa:-

prendete due contenitori di acciaio,in uno in quello piú ampio metteremo abbondante ghiaccio e sale doppio,all´interno inseriremo quello piú piccolo,e poi iniziamo a preparare il nostro gelato:-

 

Per una base poco calorica useremo panna mezzo litro e mezzo litro di latte scremato, giá pastorizzata,

 

Base Solida:-

toglieremo i tuorli e gli albumi sostituendoli con un infuso che prepareremo con questi ingredienti.

tre cucchiai di lecitina di soia,quattro cucchiai di inulina,2 cucchiaini di glucosio, una mezza punta di cucchiaino di farina di carruba,se non trovate la carruba va bene anche

l´amido di mais,mischiamo bene tutti gli ingredienti solidi, aggiungiamo un cucchiaio di zucchero di canna scuro.

 

Gusto limone:

acqua 0,03cl che in precedenza abbiamo riscaldato sul fuoco insieme al succo di cinque limoni piú le buccie facendo attenzione di non metterci la parte bianca che pur essendo molto salutare é sgradevole al palato.Porteremo l´infuso ad 80 °C con un pó sale.

Quando l´infuso raggiuingera i 35 /40 lo disponiamo in un recipiente e mescolando aggiungiamo la base solida passandola attraverso un setaccio.

Quando tutti gli ingredienti si sono ben sciolti aggiungiamo 3cucchiai di zucchero invertito,

la panna ed il latte

 

lasceremo per una notte in frigo per una notte in frigo, lasciatevi pure le scorzette

all´interno che il giorno dopo potete togliere frullare e rimetterle nella base.

Dopo la maturazione del prodotto versate la base nella sorbettiera che preparerete poco prima con il ghiaccio ed il sale doppio,

Il gelato va mantacato quindi deve essere girato continuamente.

Io la mia gelatiera me la sono costruita con un trapano verticale elettrico dove sul suo ripiano ho saldato uno dei due contenitori.

Funziona.

le immagini sono a prestito le ho trovate in internet, non conoscendo gli autori non li ho potuto ringraziare personalmente  ovviamente servono solo per darvi un idea di quanto sono bravi i nostri artigiani e di quanto é bello il mio paese, ringrazio comunque gli autori  delle foto e l´informo che il materiale di questo  blog non ha scopo di lucro e si propone solo di far conoscere il nostro bel paese e le sue tradizioni.Gratuitamente.

le immagini sono a prestito le ho trovate in internet, non conoscendo gli autori non li ho potuto ringraziare personalmente ovviamente servono solo per darvi un idea di quanto sono bravi i nostri artigiani e di quanto é bello il mio paese, ringrazio comunque gli autori delle foto e l´informo che il materiale di questo blog non ha scopo di lucro e si propone solo di far conoscere il nostro bel paese e le sue tradizioni.Gratuitamente.

Leggi i commenti

LE FAVOLE DEL NATALE!!!-

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

 LE FAVOLE DEL NATALE!!!-



LE FAVOLE DEL NATALE!!!-


Dedicata ai bambini del 3000.

"A" PIZZA " CU" E "SCAROLA" CUMM" A"FACEVA "ZJÍÍ " SISINA!!!-
A" SORA "E JOLANDA!!!-


Lievito un cubetto sciolto in un bicchiere di acqua.
la farina,la versiamo in una bastardella oppure un recipiente la disponiamo a fontana,e con questa ricetta iniziamo il ciclo."Le favole del Natale."-
Prima Serie dal titolo "A pizza cu"a"scarola"

Bambini del 3000 venite "a "ccá"!!-
Voglio raccontarvi di una ricetta di tanti anni fa.....


Una ricetta che negli anni passati le mamme e le nonne campane preparavano con largo anticipo propio in questo periodo,un poco prima della festa piú romantica dell´anno

il "Natale".
La pizza con la scarola che si differenziava dall´impasto della pizza perché oltre

all´acqua mammá,"ncé metteva....pure un pó di latte nell´impasto,le acciughe,pinoli,noci,olive denocciolate,aglio tritato finemente, poco peperoncino,poco pecorino,poco parmigiano.
Poi aggiungeva il tocco personalizzato,un pezzo di cioccolata fondente.-Bambini del 3000 figli della play-station e dell´HD che non é na"malattia fortunatamente,dovete sapere che


quando arrivava la prima pizza cu"a"scarola ...sulla tavola,io non vedevo l´ora che fosse giá domani,perché appena fatta era buonissima,"but the day after... and "after tomorrow"... a"pizza e mammá era divina.
Quelle belle scarole provenienti dalle terre dei fuochi é giá voi ragazzini del 3000,conoscete le nostre campagne oggi,
e non potete nemmeno immaginare lontanamente quello che i vostri nonni riuscivano a produrre,ma per caritá nessuna critica,i figli dei vostri nonni non hanno rovinato il lavoro dei padri...noooo!!!-
Diciamo che qualcosa,é cambiato...e diciamolo!!!-
Invece di produrre turzelle,fagioli,melenzane,pomodori,nocciole ecc. I loro prodotti si sono evoluti, oggi si seminano:-
copertoni,plastiche,eternit,concimate spesso con dei prodotti che arrivano dal
Nord dell´Italia,-anzi qualcuno sospetta che molte di queste sostanze provengano anche da paesi europei, non per niente uno cerca sempre di acquistare il meglio... e si sá...che spesso i migliori prodotti provengono da paesi stranieri.-


Voi dite?-Azz" e come arrivano queste sostanze...e a cosa servono?-Simply, bambini miei,
la maggior parte arriva in fusti sigillati,che poi vengono messi sottoterra,e piano piano queste sostanze a dire il vero tutte naturali e del tutto innocue, fuoriescono generando quei fumi tipici che ogni tanto si intravedono quá e lá in superfice,nelle campagne nolane-acerrane.-


Sostanze del tutto naturali che queste industrie non solo producono ma che pagano perché noi le prendiamo.-E poi dicono che i napoletani non sono ben visti,ma quando mai....da campania felix,


ci hanno trasformati in terra dei fuochi,

e figuratevi che se riusciamo con questi nuovi semi e questi concimi a produrre che so io,"pozzi di petrolio"!-Dico cosí tanto per dire,loro hanno addirittura promesso che ci sposteranno nel "Nord Italia" e ad ogni famiglia campana gli sará assegnata una fabbrica,e degli appezzamenti di terra..."ma... vuje" vedite" nu"poco"come ci vogliono bene sti"azz"e"Milanesi!!!-Loro scenderanno al Sud "ncopp"a"Costiera Amalfitana"fann"o"Parlament"...e ci daranno dei terreni..che noi semineremo non con i San-Marzano....
ma quanne"maje"..loro ci manderanno sempre questi concimi..diciamolo pure prodotti naturali in questi fusti siggillati ottenuti dalla lavorazione del petrolio,e ovviamente le materie prime da seminare,plastiche eternit,e via dicendo,ci pagheranno per caritá...e noi semineremo per il bene dell´Italia,e dell´Europa,e pure per il nostro bene infondo..siamo europei anche noi non dimentichiamolo.


Comunque questa é un´altra favola bambini miei del 3000,-

io volevo raccontarvi la mia favola,la magia del Natale quello di tanti anni fa!-

Quello povero?-

Chi é chill" Vicié"?-

É un Marziano del Nord".-

Ehh!-lo sapevo.... "Marziano del Nord"e di dove bambino?-

Di Sant.Ambrogio;-

e come ti chiami bambino di Sant. Ambrogio?-"Pier Silvio"..basta..il nome il cognome

non serve bambino del 3000!!- É certo parlavo di quel Natale lá... quello povero....é che vuoi fare i nostri genitori vendevano turzelle...mica concime,caro il mio bambino del 3000,

peró in compenso

gli zampognari suonavano veramente la ciaramella e la zampogna, dal vivo,

non come oggi che suonano in
play back.-

E di mattina presto venivano gli ambulanti con il carrettino trainato a mano,voi dell´"Agro Nolano" dico ai piú vecchi, vi ricordate sicuramente di...."Vicienz "O pisciaiuolo",In Piemonte lo chiamerebbero l´"Anciué" vi ricordate di "Nuziello il fruttivendolo il marito di Razziella?-


E cumm"ve... putite scurdá!!-(Cierti" purtualle "a vainiglia.)-"E "llummate "e Natale",
bambini del 3000 sarebbero le vostre luminarie....ma piú in piccolo..

piú povere volete dire?-

E dáll"! - Pier-Silvio". E vabbúono"..piú povere ma"piú poetiche piú tradizionali....cumme"a pizza cu"e"scarole!!!-

Ho capito piú povero!!!-
Lasciamo stare....ma chi la"mannat"a"stu"figlio e"Play-Station"a chesta"parte,

allanema" e "chella"bella Wind e"soreta"!!!-

Cosa hai detto?-
No caro Pierre dicevo:- che oggi voi bambini del 3000 siete tutti figli della Telefonia Wind.Tutti col telefonino sti"bambini del 3000,

va bene ho capito!- Vedi caro....

Silviuccio, io non sono uno di quelli che dicono: -un tempo tutto era migliore,non sono un nostalgico,non dico che da quando il mulino bianco ha assunto Banderas le merendine nunn" se"ponn"magná!!!-
Pe" caritá.... peró a"pizza che scarole..ca"faceva"mammá era bbona!!-E pure il Natale,anche se povero....era bello.


Anzi mo vi do la ricettá:-poi piú in lá se c´é tempo ti faró vedere come si trascorrevano le feste in casa nostra.
Ricetta:-
Farina 600 gr.
Acqua gr.250/300
Latte 150ml.
3 cucchiai di olio (Mammá usava chell´e´Fonz"a"Miseria"pace all´anema soje.)
Olive nere q.b.(Mammá ddicev"cchiú"ncé"mitt"e"cchiú"nce"truov!)
Acciughe dissalate alcune - (in questo caso non usava il metodo:-e" chill"e"cchiú ncé mitte essendo i filetti conservati sotto sale diciamo pure q.b.)-
Aglio due spicchi a chi non piace ne puó mettere uno,ma il profumo dell´aglio ci vuole.
Uova
Sale 10gr.
Pepe nero q.b.
Pinoli.
Noci.
Parmigiano.
Lievito un cubetto 35 gr.
Uva passa o Uva sultanina cumm"a chiammava"mamma!!-
Non dimenticate "a scarol",due o tre cespi di scarole lisce
Cioccolato Fondente Un pezzetto 90/100gr.
Cari bambini del 3000 la tradizione vuole che questo classico venisse preparato prima della vigilia di natale insomma qualche giorno prima e qualche giorno prima della vigilia di capodanno, doveva servire a mantenersi leggeri prima delle grandi abbuffate.-

Questo se vi mangiate a pizza" cu"a"scarola"!!!-No chellá"ca"faceva "a sora"e"Jolanda" a"Vardarella!!!-

"Fosse mammá .

Granelli di sapere:-


VI FACCIO DESCRIVERE MAMMA, DA ZIA EFISIA:-


Quando andavo da mio nonno da bambino ricordo che passavo sempre a casa di zio Attilio e di Zia Efisia, per salutarli,nel caso in cui avessero visite da fuori paese,e magari scasualmente,la signora o il signore,esclamavano che bel bambino!!!-Lo so vi puó sembrare strano ma da piccolo ero propio bellino....ma che dico nu"bambolotto!!!-Zia Efisia rispondeva subito cumm"nunn"o saje"!!!-Azz chst"é "Felice..si fa per dire!!!-


Ape" e azz "Felíc"o"figlie "e "
"Sisina"a" mamma e Bias "o Mericano",o frate"e Ciccio,
chill ca"sta"a"Germania",ca"se" spusav"cu"Maria" a"figlia "e Rummineco o" guardian".
(Accussí parlava zia Efisia,ve la ricordate a zia e"mammá".)-


CURIOSITÁ:-


Quanto zia efisia arrivava alla presentazione di mio fratello Franco e l´interlocutore manco aveva ancora capito?-
Continuava dicendo:-"E che AZZ.....

CHILLATÚ " FIGLIE "-Vicienz" se"pigliava a" SARAGHIELL"
a figlia e"Pascal....uh!!-


"Sisina a"sore "Jolanda,a"figlia e Cicció o"Vardariello,
chill" che murette o" figlio...

"o "ngignere"....Cicetto!!-E- chist"enn"Felice" port"o"nomm"suoje!!!-(ero io)


Risposta dell´interlocutore:-
Aggiú capite vuie "ddicite don Ciccio "o Vardariello!-E cumme.. "e chi nunn"o" canosce a Don Ciccio Scala!-Insomma io fin da piccolo grazie a zia Efisia mi sono accorto che a noi nessuno
ci filava,non ci conosceva nessuno,ma mio nonno o" sapevano pure... le pietre in mezzo alla strada,va bene certamente qualche pietra nuova messa da poco forse non lo conosceva,ma imparava a conoscerlo.-
Poi Zia Efisia si girava verso di me e mi diceva tu "a canusciá"a"cchestá signora?-
Zii Efíí,papá "me "sta aspetanno,scusate signó papá deve andare a lavoro,io parlavo in lingua italiana solo se la persona difronte a me era estranea,questo ai miei tempi significava essere educati.-Gesú...
Accussí"!!!-
Mi avevano imparato... parlare in italiano corretto ai miei tempi significava mostrare rispetto verso l ´interlocutore, se questi era uno sconosciuto,

parlavo... mo".... mi sforzavo!!!-


Guai invece a parlare la lingua madre nel caso in cui ti rivolgevi ad una persona conosciuta,
tipo zií Catarina "a"Capera".Immaginatevi questa scena: io a casa di zíí Catarina,e gli avessi detto:-buon giorno zia Caterina tenete per caso due pinoli mamma sta facendo la pizza con le scarole e non si é accorta che non teneva piú pinoli in casa?-Quando torna papá dal lavoro ve li riporta.-

(Da noi funzionava cosí,quando un vicino gli mancava qualche ingrediente chiedeva alla vicina se per caso ne avesse lei un pó in piú da prestargli, questi piccoli scambi,avvenivano di frequente tra vicini di casa.)

Ora se io avessi parlato cosí con zia Caterina lei mi avrebbe risposto ironicamente e probabilmente senza darmi i pinoli,si sarebbe offesa e mi avrebbe risposto cosí:-

REAZIONE DI ZIA CATERINA:-

Si sarebbe sentita canzonata,e sicuramente mi avrebbe risposto cosí :-

ch" ta"succieso"oggi "e mise "a " lengua"dint"o pulito?-

Sicuramente

era meglio dire zií Catarí additte"mammá ecc....


Comunque tornando alla ricetta:


PER PRIMA COSA SCIOGLITE IL LIEVITO IN ACQUA TIEPIDA:-


poi su una spianatoia oppure in un recipiente del tipo bastardella,disponete la farina a fontana,versiamo l´acqua dove abbiamo sciolto per prima il lievito,una noce di burro 20 gr. ed incominciamo ad impastare con una forchetta,poi iniziamo a versare il latte a filo,continuando a mescolare, aggiungiamo un pó di sale all´impasto,altra farina e quando vi accorgete che l´impasto inizierá a prendere consistenza iniziamo a lavorare con le mani fino ad ottenere un impasto che avrá grazie al latte una sofficitá paragonabile un pó alla brioche.
Ovviamente dovete lasciare riposare coperto l´impasto e mentre il glutine inizia a formarsi,voi fate un trito di aglio acciughe dissalate olive snocciolate possibilmente olive di Gaeta"poco peperoncino Calabrese,tagliate a pezzi di due tre dita larghe i cespi di scarole dopo averle pulite e risciaquate bene, li mettete insieme al trito,aggiungete i pinoli,e le noccioline possibbilmente le tonde "Giffoni",uvetta sultanina
mette te a stufare il tutto con tre /quattro cucchiai di olio d´oliva quando la scarola tende ad essere tenera aggiungiamo pochissimo pepe nero sale q.b.una manciata di pecorino romano 20gr.un pó di parmigiano.
A parte in una terrina prepareremo 4 uova battute con un pó di panna,che verseremo nella farcia, dopo aver preparato gli stampi con l´impasto a mo di crostata,gli metteremo all´interno la scarola stufata,con i suoi profumi,verseremo l´uovo che distribuiremo su tutta la farcia e taglieremo dei pezzetti grossolani di cioccolato fondente che aggiungeremo alla farcia poi infine chiuderemo la pizza con un´altro strato di pasta,sottile e metteremo in forno a 180°C. per circa 50 minuti.

 LE FAVOLE DEL NATALE!!!-

Leggi i commenti

Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.

Pubblicato su da antonio,felice caiazzo

Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.

Variegato all´amarena.

Seguirá la coda d´aragosta,Strudel,Sfogliatella riccia,con le rispettive foto e ricette.

Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.
Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.
Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.
Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.
Dopo i cornetti al burro,quelli di pasta sfoglia per cornetti.

Leggi i commenti

<< < 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 30 40 > >>